Questa scoperta potrebbe cambiare l’energia del futuro

Le energie rinnovabili rappresentano un enorme vantaggio sia per la salvaguardia dell’ambiente, che per la salute dell’uomo e vengono utilizzate per la produzione di elettricità in alternativa ai combustibili fossili.

Una scoperta potrebbe rivoluzionare l’energia del futuro, non stiamo parlando dei pannelli solari a prova di ringhiera di balcone, ma di nuovissimi dispositivi ultra-rivoluzionari. Scopriamo insieme di che si tratta.

Un team di studiosi del MIT (Massachusetts Institute of Technology, USA) ha realizzato una pellicola fotovoltaica spessa 15 micron e capace di catturare i raggi del sole e di restituire energia.

Pannelli ultrasottili

I micro-pannelli, incredibilmente flessibili, sono più sottili di un capello. Queste cellule fotovoltaiche sono in sostanza strisce applicate su una pellicola leggera ma forte. Il peso è nettamente inferiore rispetto a qualsiasi altro pannello solare, favorendo così trasporto e installazione.

Caratteristica degna di nota è che qualsiasi superficie può essere trasformata in fonte di energia. Addirittura, grazie alla loro flessibilità, questi pannelli potrebbero essere teoricamente applicati su qualsiasi superficie, perfino abiti.

Addio vetro

Unico neo? Occorre trovare un materiale, aldilà del classico vetro, in grado di proteggere le celle; per questo gli scienziati stanno sviluppando soluzioni di imballaggio differenti che non aumentino di troppo il peso.

Insomma, la ricerca prosegue ma senza dubbio si tratta di una vera svolta nell’uso delle rinnovabili, all’insegna di un’economia sempre più green.

Fonte: MIT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *