Il latte fa ingrassare? Scopri la correlazione tra latte e aumento di peso

Il latte è un alimento spesso vittima di dicerie e falsi miti, come ad esempio quello secondo il quale il latte porti ad ingrassare. Tra le tante proprietà del latte quella di far ingrassare non è presente. Infatti il latte è un alimento molto sostanzioso e contiene tante sostanze nutritive, ottime per l’organismo. Tra queste ci sono anche i lipidi, che hanno una funziona ben precisa: dare energia all’organismo. Come per tutti gli alimenti, il latte è buono e fornisce all’organismo sostanze nutritive, motivo per il quale è bene consumarne una quantità adeguata giornalmente.

Il latte fa aumentare il peso corporeo? falso!

Esiste un falso mito secondo il quale il latte faccia aumentare il peso corporeo. Questo falso mito è probabilmente dettato da alcuni studi, facilmente mal interpretabili, effettuati in varie parti del mondo. Ad esempio secondo uno studio svedese, condotto da Uppsala University, il latte fa male qual’ora ne si consumi una quantità eccessiva (ossia più di 3 bicchieri al giorno).

In un altro studio, pubblicato sul sito della Harvard School of Public Health di Boston, i ricercatori affermano che un consumo eccessivo di latte può portare a patologie gravi come il cancro del colon e quello alle ovaie. è importante dare un contesto a questi studi e alle conclusioni che ne vengono tratte. La quantità di latte ritenuta dannosa dagli studi è superiore a mezzo litro di latte assunto quotidianamente.

In europa (ed in particolare in Italia) la quantità di latticini consigliata per una dieta equilibrata e sana è di 3 porzioni al giorno (ogni porzione è composta da circa 125 millilitri di latte). Negli Stati Uniti, dove si è svolto uno degli studi che ha riscontrato pericolosità del latte, la quantità raccomandata è di ben 750 ml al giorno (il doppio della quantità consigliata in Italia) , e proprio secondo questa quantità si sono basati i ricercatori che affermano la nocività del latte.

Ne si conclude che il latte, come tutti gli alimenti va inserito in una dieta equilibrata, come ad esempio la dieta mediterranea, avendo così il vantaggio di ottenere tutti gli effetti benefici del latte, dal calcio alle vitamine, ed evitando gli spiacevoli rischi che comporta il seguire un’alimentazione non bilanciata ed incompleta.

Per chi segue una dieta è preferibile il latte intero a quello scremato

Per chi cerca sempre di perdere qualche chilo, il latte intero è qualcosa di assolutamente proibito, che non sta né in cielo né in terra. La verità, però, è che (soprattutto quando si è a dieta) bisognerebbe preferirlo rispetto a quello scremato o parzialmente scremato. Ma cosa si nasconde dietro questa verità dall’aspetto sorprendente?

Partiamo con il dire che scegliere l’opzione con il minor contenuto di grassi non è sempre la soluzione migliore. Anzi, il latte intero (così come lo yogurt greco) è probabilmente la scelta più salutare quando ci troviamo a dover decidere quale prodotto acquistare sullo scaffale del supermercato.

Questo perché, soprattutto per chi è a dieta, c’è bisogno di riequilibrare un po’ tutti i nutrienti, grassi inclusi. E rispetto al latte magro, quello intero non contiene solo più acidi grassi essenziali come i celebri omega 3, ma anche tante altre sostanze che non fanno altro che bene al nostro corpo. Stiamo parlando di apporto proteinico, iodio e vitamina B-12, tutti elementi che aiutano a controllare i livelli di energia e a migliorare il tasso metabolico.

Il latte intero è più equilibrato di quello scremato e parzialmente scremato.

Inoltre, se proprio vogliamo dirla tutta, è recentemente stato dimostrato che le materie grasse del latte intero, al contrario di quello che si crede, non aumentano il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. Anzi, al contrario, secondo uno studio pubblicato sul The American Journal of Clinical Nutrition, farebbero addirittura bene al cuore e lo proteggerebbero dalla possibile insorgenza di gravi patologie